Post

Realtá virtuale: Nintendo e Google hanno sbagliato tutto

Immagine
Nintendo e google hanno sbagliato tutto. Beh, non proprio tutto tutto. Solo quello che riguarda la realtá virtuale. Al principio fu google con i cardboard! Bella l'idea. In effetti si tratta del modo piú economico per provare la realtá virtuale: basta un cellulare ed un supporto con le lenti (il cardboard, che in origine era fatto di cartone!).
10 per l'idea. 3 per l'esecuzione.
Il VR kit della Nintendo e i Cardboard di Google sono decisamente imperfetti a causa di due problematiche: nessuna regolazione corretta della distanza interpupillareassenza di tracciatura della posizione CentraturaTutti i dispositivi di realtá virtuale proiettano delle immagini leggermente differenti per ogni occhio: in questo modo si puó trasmettere la percezione di profonditá; é lo stesso concetto sfruttato dai cinema per le proiezioni delle pellicole in 3D. Tali immagini devono esssere allineate agli occhi: se ho gli occhi distanti l'uno dall'altro 60mm, anche il centro delle immagini proietta…

Ogni estate qualcuno perde la vista a causa delle lenti a contatto.

Negli ultimi anni, ogni estate mi appaiono notizie di infezione da Acanthamoeba. Quest'anno é capitato a Nick Humphreys.
Il giocatore di football ha fatto la doccia indossando le lenti a contatto: ne é risultata una contaminazione della lente. Come si legge da ques'taltro articolopare essere sempre l'Acanthamoeba la responsabile.
Si tratta di una ameba (non di un batterio, come affermato nell'articolo) che vive nell'acqua. Attacca la cornea e la rende opaca impedendo quindi la visione (questa é la versione molto semplificata del funzionamento di questo microrganismo).
Ad oggi non esistono cure efficaci per questo genere di infezione: il parassita attacca il "pool di cellule" adibite alla formazione degli strati esterni della cornea: anche con un trapianto, nel giro di poco tempo, la nuova cornea verrebbe attaccata e opacizzata.
I casi sembrerebbero essere pochi: tutte le notizie arrivano dall'estero e non possiedo/trovo dati statistici a riguardo. Tu…

l'app che protegge la vista

Immagine
É una iniziativa da parte di Commissione Difesa Vista onlus e Cosmetic Italia:
Si tratta di una app, disponibile sia per dispositivi Apple che Android, che fornisce suggerimenti personalizzati e informazioni per imparare a proteggersi dal sole.

La rivista B2eyes parla di dati allarmanti: Solo il 60% degli italiani utilizza gli occhiali da sole, il 30% non li indossa quasi mai o mai e il 18% solo raramente.Soltanto per il 52% sono “indispensabili per proteggere gli occhi dai danni che può causare il sole” «Bambini e anziani le categorie più a rischio: solo l’11% dei giovanissimi e il 10% degli over 55 portano lenti da sole», si legge in un comunicato della onlus. Si tratta di un dato certamente importante: potrebbe indicare che c'é poca attenzione riguardo la protezione solare degli occhi.

Alzi la mano chi usa una protezione solare per la pelle quando si va al mare: penso che tutti abbiano il buon senso di spalmarsela prima di esporsi. Perché proteggere solo la pelle e non gli …

Lenti con effetto di ingrandimento dell'occhio

Immagine
Parleró di lenti per ipermetropia.... ma premetto che le medesime regole sono valide per la miopia o qualunque altra lente. Avete presente quell'effetto di ingrandimento che hanno alcune lenti? Parleremo proprio di quello! Premessa Le lenti servono a mettere a fuoco ció che osserviamo, ma non sono esenti da "effetti collaterali". Uno di questi é la variazione della dimensione delle immagini: attraverso lenti positive tutto puó sembrarci piú grande, guardata attraverso le lenti negative ogni cosa ci sembra piú piccola. Questa regola vale anche per chi ci osserva che potrebbe notare i nostri occhi ingranditi o ridotti rispetto a quanto siano senza lenti.
Oggi esporró le questioni relative al solo fattore estetico. A sentire gli ipermetropi vorrebbero lenti per miopi, che riducono le dimensioni degli occhi. I miopi preferiscono l'effetto della lente positiva a quello della negativa. ...e poi ci sono persone a cui interessa meno e a cui basta vedere bene.

Cosa influe…

Ricette per gli occhiali diverse.

Immagine
L'optometria é una scienza; fare la ricetta per le lenti é un'arte.
Un po'di tempo fa, dopo un incontro su visione e postura a Grisignano, mi ritrovai a bere una birra insieme ad un mio amico ottico (ebbene si, il vostro amico ottico ha altri amici ottici).
Mi raccontó di un suo cliente (ovviamente omise i dettagli per rispetto della privacy) che si presentó in negozio con 5 ricette relative al figlio, fatte da 5 diversi oculisti. La persona era la stessa ma le ricette erano notevolmente diverse l'una dall'altra, tutte fatte nello stesso breve periodo. Com'é possibile?Escludiamo le patologie (non é il mio campo) e concentriamoci sulla misurazione dell'ametropia (il difetto visivo, qualunque esso sia: miopia, ipermetropia ecc).

In oculistica la prassi é quella di instillare un farmaco ciclopegico prima di fare le misurazioni. Tale farmaco blocca i processi accomodativi (particolarmente attivi nei bambini) che  rischiano di ingannare la strumentazione usata …

Holodeck, il ponte ologrammi esiste!

Immagine
Succedono cose orribili nel ponte ologrammi: vi sono numerose puntate di Star Trek The Next Generation in cui qualcosa va storto e questa tecnologia diventa un problema.
Per fortuna il ponte ologrammi che abbiamo a disposizione non creerá forme di vita senzienti e ribelli ma permetterá alle nuove generazioni di usufruire di strumenti nuovi per imparare. Si tratta di tecnologia per la realtá virtuale sfruttata da Big Rock e H-Farm per creare aule aperte in cui poter seguire lezioni molto particolari: gli studenti vengono immersi in ambienti tridimensionali dove possono osservare fenomeni, esperimenti e interagire in un modo mai provato prima, diverso dallo studio sui libri.


Rispetto ad un libro un sistema audiovisivo, se ben usato, ha molta piú forza e si memorizza piú facilmente.
Perché ne parlo in un blog di ottica? Presto detto: lo studio "tradizionale"viene svolto sui libri e computer, a distanze ravvicinate e spesso con posture non corrette... tutte situazioni che stim…

Oculus Rift S inutilizzabile dal 30% degli utenti?

Immagine
Chi mi conosce sa che prima di appassionarmi all'ottica ho sviluppato un certo amore per la tecnologia. Da ragazzino rimasi affascinato dal film "Il Tagliaerbe", in cui un ragazzo grazie alla realtá virtuale diventava un genio, fino a sviluppare poteri psichici! Dubito fortemente sia possibile sviluppare poteri psichici; ma potete immaginare la mia reazione quando questi dispositivi sono diventati una realtá alla portata di chiunque.

Allo stato attuale la realtá virtuale soffre di alcuni difetti congeniti. focalizzazione fissacampo visivo ridottorichieste di calcolo notevoli aberrazioni delle lenti Per la prima ci sono delle soluzioni che attualmente non sono state prese in considerazione dai costruttori di tali dispositivi ma conto che ci si arriverá: la tecnologia esiste, basta applicarla! Per il campo visivo ridotto il pimax 5k risolve giá il problema ma richiede processori grafici fuori dalla portata dell'utente medio. 
Introduzione: conoscere per capire. Una co…