Post

Tutta la veritá sui filtri solari

Immagine
Alzi la mano chi ha pensato parlassimo di creme. Purtroppo per voi no. Parleremo di lenti; del resto questo é un blog che parla di ottica.
Le lenti montate sugli occhiali da sole prendono comunque il nome di filtro solare e si dividono in 5 categorie. Se non ricordo male la vecchia normativa (2006) li classificava come di seguito, richiedendo solo una generica protezione dai raggi UV: cat. 0 lenti chiare, idonee alla guida sia diurna che notturnacat. 1 lenti con colorazione tra il 20% e il 57%cat. 2 lenti con colorazione tra il 57% e il 82%cat. 3 lenti con colorazione tra il 82% e 92%cat. 4 colorazione superiore al 92%, vietati alla guida, anche diurna! La normativa normativa ISO-EN12312-1, entrata in vigore nel 2013,  cambia le carte in tavola e aggiunge qualche dettaglio.


Ho rubato questa tabella da una tesi che ho letto di recente (che potete leggere cliccando qua). Noterete che é molto piú completa dell'elenco che ho riportato prima.
Come nella normativa precedente, divide le …

Conservare le lenti a contatto senza liquido....

Immagine
la frase "conservare le lenti a contatto senza liquido" é una delle chiavi di ricerca che ha portato qualche utente a leggere questo blog (l'ho visto nell'analisi delle statistiche).
Qualcuno si metterá a ridere.
In effetti normalmente non si puó. Non con le lenti morbide!
Le lenti morbide sono costituite da un materiale chiamato Hydrogel (nelle piú recenti viene abbinato ad un silicone) e H2O. Per chi non ha studiato la chimica H2O significa che ad un atomo di idrogeno se ne attaccano 2 di ossigeno: si tratta della formula chimica che descrive l'acqua.
Abbiamo dunque un materiale solido ed acqua. É impossibile conservare le lenti morbide senza liquido per il semplice fatto che l'acqua contenuta in esse evapora. Le lenti in pochi minuti si asciugano! Risulta quindi impossibile mantenerle esposte all'aria e devono essere inserite nei liquidi di manutenzione o sciacquate con soluzione salina.
IMPORTANTISSIMO: le lenti a contatto e l'acqua non vanno d…

Trasparenza delle lenti e dei prezzi.

Immagine
Ultimamente soffro di una certa frustrazione a causa della difficoltá nel far percepire la qualitá di un prodotto che é trasparente, invisibile.
Se non é visibile come faccio a percepirne le caratteristiche? Una auto utilitaria é palesemente inferiore come motore, tecnologia e accessori alla top di gamma dello stesso produttore, dotata invece di frenata assistita, controllo di trazione, sedili in pelle ecc. e lo si vede anche dal prezzo! Al che mi sono detto: proviamo a valutare le cose dal prezzo, dando per scontato che qualcosa che costa di piú, anche se sulla carta ha le medesime caratteristiche, ha una qualitá maggiore.

Facciamo quindi  una simulazione economica. I numeri che prenderó in considerazione sono puramente ipotetici, servono solo a dare l'idea di base.
Le dinamiche del commercio sono un po' piú complesse di quanto descritto.

Vorrei sottolineare che le cifre riportate d'ora in poi sono palesemente inventate e hanno il solo scopo di esempio generico.Prendiamo due…

la legge e l'optometria

Immagine
Di recente mi é capitato un video in cui il Presidente della SOI (Societá Oftalmologica Italiana), il Dr. Matteo Piovella, si é espresso contro gli optometristi, affermando che per la legge italiana l'optometrista non esiste e non é riconosciuta come figura medica. Sono affermazioni giá fatte anche in passato e giá criticate e commentate dalle controparti. Comprendo che vi sia una volontá di tutelare il paziente da personaggi che puntano al profitto e non al benessere del paziente, ma non credo che affermare che l'optometrista non esista sia la strada corretta.
Senza nemmeno dover impazzire nelle ricerche, ho trovato in pochi minuti, nel portale della SOPTI (Societá Optometrica Italiana), un vecchio articolo di sintesi di giurisprudenza, nel quale sono riportate le sentenze della cassazione, con data e numero ed alcuni estratti delle sentenze stesse.
Se voleste leggere l'articolo é sufficiente seguire questo link; in questa sede riporteró per vostra comoditá un estratto d…

Prezzi gonfiati per essere scontati?

Immagine
Correva il 2014; ero in vacanza al mare e trovo dei Polaroid prezzati a 125 euro scontati e a 50! Sembrerebbe un super affare.
Nel mio negozio il prezzo era quello di listino: 50. Ci  sono rimasto male anche quando un cliente mi ha chiesto un occhiale particolare che gli avevano proposto a 249 euro, quando nel listino al pubblico é a soli 149 euro!
Capisco che ci troviamo nel libero mercato e posso vendere la merce al prezzo che voglio. Ma mettere un prezzo maggiorato per far vedere "lo scontone" e far leva sul fattore "occasione" lo trovo scorretto.
Allo stesso modo ho trovato scorretta la pubblicitá di occhiali con lenti progressive a 499 invece che a 1200, prezzo medio (secondo questo gruppo di cui non cito il nome) di un occhiale dalle medesime caratteristiche, ma fatto dalla concorrenza.
Accetto la sfida! Leggiamo le regole: in piccolo é scritto che monteranno lenti in materiale Cr39, quindi con indice refrattivo 1,500 e che potete scegliere la montatura tra q…

Gli occhiali costosi inquinano meno

Immagine
Gli occhiali costosi inquinano meno.
Non si tratta di una affermazione campata in aria per vendere occhiali a maggior prezzo, ma il frutto di diversi ragionamenti.
Sono partito da un semplice fatto: molti occhiali economici sono "usa e getta"... come le forchette, piatti e bicchieri di plastica che si usano nelle sagre e nei picnic. Facciamo un esempio: gli occhiali premontati. Sono occhiali economici, li trovate dal giornalaio come in autogrill. Sono prodotti in serie in materiali plastici o metallo; le lenti sono spesso in materiali plastici di bassa qualitá refrattiva e, tralasciando le problematiche relative alle centrature, se si danneggia qualcosa o si perde una vite l'ottico non avrá a disposizione un ricambio adatto. Risultato: ho speso poco, pochissimo, ma devo buttare l'occhiale. Ecco che diventano l'ennesimo oggetto di plastica non biodegradabile che riempie le discariche.
Lo stesso discorso vale per gli occhiali da sole di basso prezzo (e di scarsa q…

con l'avanzare dell'etá si recupera la vista?

Immagine
"mi hanno detto che con l'avanzare dell'etá avrei recuperato un po' di vista" Si tratta di una affermazione che sento spesso ed é legata ad un presunto miglioramento della vista e abbassamento delle gradazioni.
Premetto che l'occhio é soggetto a molteplici variazioni nel tempo. Da bambini si é piú predisposti all'avanzamento della miopia o alla riduzione dell'ipermetropia, da adulti subentra la presbiopia. Vi sono infinite condizioni, sia legate a patologie che allo stress o all'ambiente, che inducono a continue piccole variazioni.
Tra tutte queste micro modifiche, alcune portano ad una visione migliore e piú precisa, altre a situazioni di disconfort. In linea di massima non userei i termini come "miglioramento" o "peggioramento"; preferisco si parli di variazione.
Si sente spesso che nei miopi la vista migliori attorno ai 45 anni. Ma cosa succede a questa etá? I meccanismi accomodativi cominciano a perdere efficenza. In pratic…