Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2019

Lacrime spray, luce blu e monitor.

Immagine
In questi giorni, Opto-in, fino a fine a Febbraio, sta mettendo in atto una promozione sulle lenti che proteggono dalla luce blu.
Nulla di nuovo.... se non fosse per il fatto che insieme alle lenti con filtro per luce blu sta distribuendo in omaggio delle lacrime artificiali spray (o più correttamente dovrei dire nebulizzatori).

Avete letto bene: lacrime artificiali (spesso chiamati erroneamente colliri) sotto forma di spray! I vantaggi del nebulizzatore Tale soluzione veniva giá sfruttata per i prodotti lipidici: uno "spray" da usare a occhi chiusi i cui lipidi si depositavano sul bordo palpebrale e venivano distribuiti nella lacrima ad ogni ammiccamento.
Portava vantaggi di facilitá di applicazione, assenza di conservanti, condivisibilitá, minore spreco, costi.

Oggi questa soluzione é stata resa disponibile anche per lacrime artificiali che integrano la parte mucinica e quella liquida, che ad oggi erano disponibili solo in gocce.

I vantaggi rimangono gli stessi: Facilitá di…

Pulire gli occhiali nel modo sbagliato (attenti che internet vi frega)

Immagine
Io son qua col mio negozietto da 15 anni ormai... e se consideriamo che questo lavoro lo fa mio padre e lo faceva pure mio nonno, posso dire di averne sentite di tutti cotte e di crude fin dal 1937! Nei miei anni lavorativi ho visto lenti opacizzate da aggressioni sia chimiche e termiche: quelle che avvengono quando si ha poca cura o troppa cura dei propri occhiali. Ma se a tutti i miei clienti do i consigli esatti come mai alcuni danneggiano gli occhiali?

Le pessime informazioni sono ovunque.... soprattutto su internet! Questo é uno dei motivi che mi ha convinto ad aprire un blog: contrastare la disinformazione.
Un esempio é questo sito di tutorial "come fare?". Non so sugli altri argomenti come sia la situazione, ma se seguiste queste istruzioni le vostre lenti avrebbero vita breve. Insomma, non fatelo. Un altro pessimo esempio é questo articolo trovato in rete, probabilmente redatto da un ghostwriter che di occhiali non se ne intende molto; avevo giá criticato lo stesso …

Over 20.000 (27.875 volte Grazie)

Immagine
Dicembre 2018. Speravo di raggiungere 20.000 visite nell'arco del mese. Mi fermai a 19.837.
Peccato, dissi tra me e me, sarebbe stato un nuovo record.
A Gennaio la sorpresa:
guardo le statistiche e siamo a 27.875! Nuovo record! Sfondando alla grande il muro dei 20.000.

Propositi per il nuovo anno: fare piú video per il canale youtube (che é rimasto un po'fermo) e continuare a scrivere nel blog. Sono lieto che venga apprezzato, anzi, sono veramente euforico! (cit.)
Nel frattempo ho inserito un pulsantone collegato al canale Telegram del negozio che potete usare per rimanere aggiornati sui nuovi articoli del blog e dove ogni tanto inserisco anche comunicazioni e promozioni del negozio.

Ho anche reso stabili i banner di google adwords per arrotondare i conti di gestione del blog, che nell'ultimo mese mi ha fatto guadagnare quasi 2 euro!
Un grande GRAZIE va a voi che leggete e/o commentate il blog.
Prossimo obbiettivo: 50.000 visite... ho giá pronto il MEME perfetto per l'occ…

Come si riconosce un bravo ottico?

Immagine
Come si riconosce un bravo ottico? Domanda che mi viene spesso posta e a cui oggi cercheró di dare una risposta.
Non esiste una formula magica e non tutti gli ottici vanno bene per tutti i gusti, ma forse qualche elemento lo troviamo.
1- Un buon ottico é anche optometrista. Non é necessario, per aprire un negozio di occhiali, avere anche degli studi di optometria. Basta conseguire un diploma di ottico. Per tale diploma bastano 5 anni in una scuola superiore professionale o 2 anni di corso se si ha giá conseguito il diploma di maturitá. Ma un optometrista ha una marcia in piú perché é un esperto di misurazione della vista. Non é abilitato alla diagnosi di patologie ma conosce a fondo i meccanismi della visione (io stesso per un controllo accurato trattengo le persone per circa 40 minuti!).
2 - Conosce i prodotti che vende. Un buon professionista non vende soltanto: sceglie i prodotti che vende. E per sceglierli deve anche conoscerli: come vengono costruiti, dove ed i materiali utiliz…