Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta igiene visiva

Visual training VS Visual training

Immagine
Vi sono molteplici tipo di "visual training". A cosa servono? Sono efficaci?
Nel corso degli anni, sia all'interno dei miei studi di optometria che nei corsi di aggiornamento sono venuto a conoscenza di molteplici realtá riguardanti la rieducazione visiva. In questo caso non prenderemo in esame quelle casistiche patologiche e che necessitano di esser seguite da team di oculisti e ortottisti ed eventuali altre figure professionali (optometristi, osteopati, dentisti).
Igiene visiva Si puó parlare di rieducazione visiva giá con il semplice atto di fare un uso corretto della vista: l'essere umano nasce per guardare a distanza ma ha la capacitá di focalizzare anche oggetti vicini; a causa dello sviluppo sociale e tecnologico é innegabile che abusiamo di quest'ultima opzione. Ecco che un primo passo di questa rieducazione serve a ricordarci di sollevare lo sguardo dal monitor per osservare qualcosa di distante.
Visual training Esistono peró situazioni dove sia necessa…

occhiali premontati

Immagine
Sapete cos'é un occhiale premontato? Li trovate dall'ottico, in farmacia, dal giornalaio, dal tabaccaio e in autogrill: sono quegli occhiali economici che trovate giá pronti, fatti in serie e con materiali scadenti.
Se chiedete ad un optometrista cos'é un occhiale premontato potrebbe dirvi che é "il male". Perché sia l'ottico che l'optometrista sanno che i premontati, oltre ad essere costruiti come occhiali usa e getta, hanno altre caratteristiche in comune: stesse gradazioni per entrambi gli occhipoteri che vanno da +1 a +3,50assenza di correzione per astigmatismo variazione potere 0,50 (non sempre si trovano le variazioni di 0,25)tutti centrati con la stessa distanza interpupillare: 62mmDi queste, la caratteristica che maggiormente mi preoccupa é la distanza interpupillare, prestabilita a 62 mm. Significa che se la tua misura della semidistanza é di 58mm ci sono ben 4 millimetri di troppo! Ben 2 mm per occhio.
Sembrano pochi ma possono essere piú di qua…

Guerra ai tablet e cellulari: non solo visione.

Immagine
Parlo da optometrista piú che come ottico. Come ottico (dunque commerciante) dovrei essere contento dell'abuso di tablet e cellulari che stimolano nel corpo umano un aumento della miopia (+ miopi + vendite) e altre anomalie (posturali e sociali).
Tuttavia in me convive anche la figura dell'optometrista, la quale vi esorta a moderare l'uso delle tecnologie portatili citate nel titolo.
A tal proposito voglio riportare le parole del , responsabile del centro pedriatico italiano che si occupa della dipendenza da internet presso il Policlinico Gemelli di Roma.
"I bambini vengono trattenuti di più da schermi interattivi e quello che si perdono sai che cos’è? Sono due cose. Uno: il rispecchiamento emotivo che significa guardarsi negli occhi e pensare alla stessa cosa e serve per crescere. Due: un’assenza fisica intorno a loro.
Internet ha cambiato il nostro modo di vivere il tempo, perché con il multitasking, nello stesso momento, io mi illudo di poter fare 30 cose e non è c…

l'importanza della DAV

Immagine
Nel precedente post vi ho parlato dell'importanza di usare occhiali ben centrati e dei relativi valori di tolleranza. Uno dei dati fondamentali per una corretta centratura é la DAV.
Cosé la DAV? Si tratta dell'acronimo di Distanza Assi Visuali ed identifica la distanza tra i due occhi in funzione di dove stiamo guardando. Il valore piú importante é la DAV che abbiamo quando si orsserva un oggetto a notevole distanza. Il valore a tutte le altre distanze puó essere ottenuto per interpolazione (calcolato). Ad esempio, guardando un oggetto a 40cm il valore della DAV si riduce del 6% circa.

Si differenza dalla IPD (distanza interpupillare) per una questione di precisione. Il centro dell'asse visivo risulta infatti leggermente disallineato dal centro pupilla.
A cosa serve? Lo scopo principale per cui si usa questo parametro é la misurazione visiva (utile nell'OEP per calcoli su accomodazione e convergenza accomodativa) ed il corretto montaggio delle lenti negli occhiali.
Un …

I tablet stanno rovinando i giovani.

Immagine
"Smettila di guardare la tv che diventi cretino!" Si tratta di una frase che in gioventú ho sentito spesso, sostituita poi da: "basta con i videogames che diventi cretino!"
E non avevano tutti i torti (in particolar modo con le trasmissioni che fanno adesso! Peppa Pig in primis) e per fortuna non sono diventato cretino. Non lo sono diventato perché erano tempi semplici, in cui i videogiochi giravano sul Commodore 64. Qualcuno se lo ricorda? Funzionavano con le cassette audio che, tramite lo stesso principio dei vecchi modem, trasmettevano informazioni alla macchina che caricava il programma.
Giocare a Turrican su cassetta con un C64 significava passare tra i 10 e i 20 minuti di caricamento tra un livello e l'altro e si finiva per bighellonare nell'attesa. Fu quel bighellonare ed il giocare con gli amici del quartiere che mi permise un corretto sviluppo del sistema visivo. Come dicevo erano tempi semplici e c'erano meno miopi.
Adesso le cose sono cambia…

Bloccare la miopia? Cosa funziona e cosa no.

Immagine
Di tanto in tanto mi trovo a confrontarmi con medici che criticano alcune scelte degli optometristi.

C'é ancora una certa diffidenza da parte dei medici sulle pratiche di ortocheratologia (che da anni invece dimostrano la loro efficacia). Qualcun'altro invece non crede che con l'uso di lenti sottocorrette porti a ridurre l'avanzamento della miopia.
Di recente una cara amica, in occasione del controllo della vista del suo ragazzo, ha chiesto al medico oculista cosa ne pensasse del fatto che lei, per lavorare al pc, usasse gli occhiali precedenti (sottocorretti di 0,50).
Le é stato detto che non serve a nulla. In effetti questo articolo pubblicato su platform-optic.it dimostra che con addizioni di +1 o +2 sul potere della lente da lontano non vi sia stata una variazione significativa. Maggiore fu il contenimento della miopia nei soggetti che aveva una esoforia prossimale.
Nel 1985 Grosvenor, Perrigin e Maslovitz condussero su 212 bambini miopi uno studio, durato tre anni,…

Come allenare la vista? Con la realtá virtuale!

Immagine
Uno degli ultimi corsi di aggiornamento a cui ho partecipato é quello S.V.T.A.:Sport Science Vision Training Academy.
Cose simili vengono applicate nello Sport Vision Academy In quest'ultimo si parla anche dell'uso di un "visore 3D" (Oculus Rift) per l'allenamento del campo visivo periferico; scelta che trovo strana visto che i visori per realá virtuale  limitano il campo visivo a d una ampiezza di 120 gradi (a parte il Pimax che copre ben 180 gradi!!!)
Anche il sistema Vivid Vision, nato per gestire problemi di ambliopia, ha di recente aggiunto dei moduli per lo sport vision!
La cosa buffa é che ho trovato molte similitudini tra alcuni esercizi proposti da S.V.T.A. e questo videogioco: Beat Saber


Uno degli esercizi proposti da S.V.T.A. sta nel colpire un bersaglio rosso o uno blu a seconda del colore letto in un una determinata sequenza e con un certo ritmo. Vengono introdotte variabili di disturbo dell'attenzione e dell'equilibrio, stimolazione di movi…

Occhiali Xiaomi. Forse stiamo esagerando!

Immagine
Sono arrivati gli occhiali della Xiaomi! Come ottico e optometrista non posso che reagire come il capitano Picard: con un facepalm.
O come avrebbe detto il mio vecchio capoufficio di quando facevo il grafico: "bella merda".
Perdonate il francesismo, ma dopo aver studiato optometria e preso in considerazione che si possono fare un sacco di danni risparmiando troppo sulle lenti o sbagliando le centrature ecco che mi arriva un occhiale prodotto 100% in cina e montato con il 50% dei dati utili ad un montaggio.
Dalla descrizione di Gizchina  Il telaio in metallo è ultraleggero e studiato per non appesantire anche durante l'utilizzo prolungato. Dei cuscinetti in gomma proteggono la parte a contatto con il naso mentre nella parte posizionata subito sopra lo stesso c'è un intaglio eseguito direttamente sul metallo del telaio. Non sono state trascurate nemmeno le asticelle, con la parte finale ricoperta di plastica in modo da non irritare l'orecchio.
Insomma un occhiale no…

7 modi di rovinarsi la vista

Immagine
Il sistema visivo é complesso. Dannatamente complesso. Piú complesso di quanto immaginiate!
E come in tutti i sistemi complessi ci sono un sacco di cose che possono andare storte; a tal proposito sono un sacco di cose che vengono fatte abitualmente e che sono potenzialmente incompatibili col sistema visivo.
Il piú delle volte i peggiori nemici della nostra vista siamo noi stessi; andiamo a vedere in che modo ci si puó danneggiare:
Occhiali senza controlli Una pratica abbastanza diffusa é quella di acquistare occhiali senza aver fatto nessun tipo di controllo. Com'é possibile? Beh é molto semplice in quanto molti occhiali vengono spesso acquistati in autogrill, edicole e ferramenta... sono i premontati. Li provate, ci vedete e li usate... ma siamo sicuri che quelle diottrie che avete scelto facciano al caso vostro? Una gradazione eccessiva  potrebbe essere confortevole ma impigrire il sistema accomodativo, una gradazione troppo bassa potrebbe affaticare la vista. Queste autovalutaz…

Prevenire e fermare la miopia.

Immagine
Prevenire e fermare la miopia non é un argomento nuovo. Giá nel 1970 se ne parlava.
Per dimostrarlo vi riporto un estratto dal libro:  Valutazione e trattamento dei disturbi visivi funzionali di Vittorio Roncagli (pp 196)
Pierce valutò l'effetto delle lenti positive per la visione prossimale confrontando l'attivazione di quattro variabili psicofisiologiche (tasso cardiaco, risposta elettromiografia, tasso respiratorio, e livello di resistenza basale della pelle), la postura, la distanza di lettura e la velocità di lettura. I soggetti furono esaminati in tre diverse condizioni:
Senza uso di un'addizione;Con lenti di sfera +0.50 dt (valore prossimo a quello ricavato dall'Analisi visiva);Con lenti di sfera +1.00 dt (lievemente eccessivo rispetto al valore riscontrato nell'Analisi visiva).
I soggetti con lenti di +0.50 dt dimostrarono una riduzione dell'attività fisiologica, una migliore postura e distanza di lettura e una maggiore velocità di lettura rispetto ai sogge…