Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta informarsi

Abuso di professione, dopo 3 anni qualche risultato?

Con l'articolo di oggi parliamo di attualitá, leggi, e collaborazione tra professioni.
Prima voglio raccontarvi una breve storia. Lunedí sono stato dal meccanico a chiedere un parere sulle catene da neve per la moto. (sono cosciente che con neve e ghiaccio in moto non si possa circolare, ma talvolta possono risolvere situazioni scomode, come raggiungere una piazzola di sosta). Il meccanico guarda la moto e mi dice "prima vai dal gommista! Che le tue gomme son finite". Collaborazione tra professionisti della meccanica.
Sono andato dal gommista e, chiacchierando, la commessa ha detto che avrebbe dovuto fare un salto da me a controllare la vista. Le ho chiesto quando é stato l'ultimo controllo oculistico a cui si fosse sottoposta... e non ne aveva memoria! Di certo era passato troppo tempo e le ho suggerito di provvedere per controllare lo stato di salute degli occhi: visione e salute sono due binari differenti ma della stessa ferrovia e che vanno nella stessa direzione…

Made in cina e qualitá

Immagine
Un tempo si diceva "i cinesi lavorano un sacco e a basso prezzo, ma non sanno produrre nulla di qualitá; quando arriveranno a fare prodotti di qualitá saremo spacciati".
Beh. É arrivato quel momento... ma non siamo spacciati.
Dovrei parlare di occhiali, ma il discorso che vado a fare puó essere esteso verso quasi qualunque altro genere merceologico e di servizio. Inoltre usare altri prodotti conosciuti mi permetterá di creare degli esempi facilmente comprensibili.

Un po'di storia Produrre in Cina costava decisamente meno. Fino a poco tempo fa non c'era alcuna contrattazione collettiva tra la classe operaia e i relativi vertici. Attorno agli anni 90 sono comparse delle ONG che puntavano a migliorare la situazione. Questa negli ultimi 10 anni é in effetti nettamente cambiata! A riguardo potete leggere questo interessante articolo in cui Federica Scottellaro intervista Ivan Franceschini che ha vissuto in cina dal 2005 al 2015.
La Repubblica Popolare Cinese é in contin…

comprendere la visione con i T-Rex

Immagine
La vedete questa immagine? L'ho trovata su facebook.
la didascalia dice: "Per 5 secondi ho pensato che fosse un T-Rex"
Perché questa persona ha visto un T-Rex? Voi cosa ci vedete?
Se vi concentrate riuscite a vedere che si tratta di un atleta? O lo avete notato subito?
In questo articolo cercheró di spiegare cosa avviene quando osserviamo qualcosa: crediamo di osservare con gli occhi ma in realtá sono solo uno strumento di raccolta dati, ed é il cervello il vero centro della visione. La visione é un fenomeno complesso. Analizziamo cosa succede: la luce arriva da una fonte (sole lampadine ecc)colpisce gli oggetti ed in parte viene deviata (riflessi), in parte rifratta (trasparenza), in parte assorbita (colore).Quello che avanza dopo che la luce ha colpito l'oggetto arriva agli occhi.Attraversa la cornea, il cristallino il vitreo e stimola i fotorecettori della retina.La retina manda dei segnali attraverso il nervo ottico.I segnali arrivano al cervello, il quale li elab…

Utopia delle misurazioni visive assolute

Immagine
Ottobre é il mese della prevenzione. Molte persone quindi si recheranno presso i centri ottici chiedendo la classica visita gratuita.
Piú volte nei commenti, persone che in un breve periodo hanno fatto diverse misurazioni, mi hanno chiesto quale fosse la misurazione giusta di quelle che erano state fatte. La risposta potrebbe essere: tutte e nessuna.
Le misurazioni della vista assolute sono una utopia. Nel titolo ho inserito un paio di parole molto interessanti: utopia e assolute.

Una utopia in quanto si cerca di separare le diverse abilitá visive analizzandole una ad una... ma ditemi: quand'é  che vi siete trovati, nella vita di tutti i giorni, ad osservare delle immagini in bianco e nero con luminositá e contrasti perfettamente controllati? Mai. A meno che nella vita non facciate gli ottici. É un test per valutare l'acuitá visiva ed é importante nella valutazione di tutti gli elementi, ma rispecchia solo la misurazione di quella particolare caratteristica; insomma, non é la v…

Debunking

Immagine
Il dubbio... Recentemente un paio di commenti mi hanno fatto venire un dubbio: probabilmente non mi esprimo bene.
In effetti i miei voti in italiano non hanno mai superato il 6.... i miei temi erano piuttosto brevi ed mi sembra un miracolo che ora riesca a scrivere tanto (o forse all'epoca non avevo molto da dire).
Ma non é la prima volta che mi trovo a rispiegare cose giá dette, per cui devo presupporre che non le ho spiegate bene.
In questo specifico caso prenderó uno dei commenti scritti nel blog; piú precisamente ad un articolo scritto ad Agosto: vengono espressi dei dubbi sulla veridicitá delle ricerche sui raggi ultravioletti e sulla progressione miopica.
Vai col debunking!Si dice Debunking quando delle informazioni errate (spesso derivate da credenze piú che da ricerche) vengono sfatate/corrette/verificate.
Premesso questo, cerchiamo di fare chiarezza. Come faccio di solitoi miei commenti saranno in rosso.
Anonimo
scrive: Salve, vorrei porti (mi permetto il tu...) un quesito…

I termini usati dagli ottici spiegati in breve

Immagine
Studiando optometria mi chiedevo perché dovessi sapere che la tal cosa ha quel nome e non un altro: mi risposero che conoscere i concetti é importante e che dargli un nome ci permette di comunicare con altre persone che conoscono gli stessi concetti.
A tal proposito ho pensato di creare un piccolo vocabolario per capire cosa dicono gli ottici quando parlano ai clienti. Conoscendo questo vocabolario anche il cliente saprá cosa chiedere all'ottico.
Termini sulle capacitá visiveDecimi
Spesso confusi con le diottire, i decimi indicano la capacitá di distinguere dettagli minuti a distanze elevate. In un occhio ideale e perfetto si potrebbe arrivare a 20/10. Personalmente non ho conosciuto nessuno con tali capacitá ma ho potuto vedere persone in grado di distinguere 16/10. La quantitá accettata come buona e che indica un ottimale stato visivo é quella di 10/10.
Diottrie
Definisce il potere di una lente. Maggiore é il numero espresso e piú spessa sará la lente.
Diottrie possono essere a…

Quando spendere e quando risparmiare con le lenti progressive

Immagine
I 3 argomenti piú quotati nel blog sono. i costi delle lentila qualitá delle lenti le lenti progressive Oggi li affronteremo tutti e tre, mettendoli in relazione. E per cominciare voglio istruirvi su alcuni aspetti delle lenti. Cos'hanno in comune tutte le lenti? Le aberrazioni. Inutile inventarsi che non ce ne siano. Tutte le lenti, chi piú chi meno, apportano delle variazioni su cio che osservo. Le immagini attraverso le lenti positive appaiono piú grandi; piú piccole se viste attraverso una lente negativa; schiacciate dalle lenti toriche, incurvate dall'aberrazione sferica. Tutte queste variazioni influiscono sulla percezione dello spazio circostante e richiedono adattamento. Questo concetto serve ad introdurre il prossimo dilemma.
Cos'hanno in comune tutte le lenti progressive? Le lenti progressive introducono molteplici aberrazioni legate alla differenza di potere tra la parte superiore e la parte inferiore della lente stessa. La costruzione di una lente progressiva…

trattamenti sugli occhiali da sole

Immagine
Quarto capitolo. Trattamenti sulle lenti. Abbiamo visto come scegliere il colore della lente, l'intensitá del colore, e le normative che regolano il tutto.  
Riassunto Un filtro scuro é sufficiente a proteggerci? No.
Un filtro scuro regolato dalla normativa ISO del 2013 é sufficiente a proteggerci? Parzialmente.
Un filtro scuro, secondo normativa, certificato per il blocco totale dei raggi UV? Si (finalmente!), ma non dalla luce che si riflette sulle lenti! Questa ultima affermazione servirebbe ad introdurre i trattamenti antiriflesso, ma lo vedremo subito dopo la colorazione.
Colorazione Esistono diversi modi per colorare le lenti. Puó essere il materiale stesso ad essere colorato prima di creare una lente (occhiali da sole standard), o puó essere colorata in superficie (vetro oftalmico) o per assorbimento (lenti oftalmiche infrangibili). In quest'ultimo caso sarebbe meglio aggiungere anche i trattamenti di indurimento della superficie per stabilizzare il colore affinché non …

Quale colore scegliere?

Immagine
Terzo e ultimo capitolo sulla mini guida agli occhiali da sole. Qua potete leggere gli altri due: normative sulla luce non visibile a occhio nudointensitá del colore
Oggi parliamo di scelta del colore. Quale colore scegliere? Studiando ottica mi hanno insegnato che i miopi vedono meglio con lenti marroni e gli ipermetropi con lenti verdi... in realtá non é cosí semplice. Andiamo ad analizzare caso per caso.
Rosso o verde?Lievissima miopia (valore -0,25) non corretta.
In questo caso portare o meno la correzzione potrebbe non influire particolarmente sulla nitidezza della visione. Considerato che il miope ha un occhio "piú lungo" e che la radiazione che percepiamo come rosso "arriva lunga" ecco che avrá maggiore nitidezza indossando lenti con colori caldi (marrone)Lieve ipermetropia non corretta o sottocorretta.
In questo caso l'occhio é "piú corto" e la frequenza che si focalizza meglio sulla retina é quella che percepiamo come colore verde. l'occhio…

Quanto scura deve essere una lente?

Immagine
L'ultimo post che ho scritto riguardava la normativa su colore e protezione dai raggi UV Oggi parliamo nel dettaglio della schermatura dala luce visibile. Quale scegliere e come?
Facciamo un ripasso; la normativa classifica le lenti da sole in 5 classi. Maggiore é la trasmittanza e piú sará chiara la lente. cat. 0, la piú chiara deve avere trasmittanza maggiore dell'80%.cat. 1, deve garantire trasmittanza  tra 80% e 43% cat. 2, deve garantire trasmittanza compresa tra 43% e 18%cat. 3, trasmittanza tra il 18% e 8%cat. 4, trasmittanza tra 8% e 3%  le lenti di categoria 1, 2 e 3 sono vietate alla guida notturna/crepuscolare. Quelle di classe 4 sono vietate alla guida perché eccessivamente scure.
Chiarita la normativa, é meglio una lente chiara o una scura? Nel caso comprassi un occhiale generico, rispettoso delle richieste della normativa in vigore dal 2013, c'é il rischio che la protezione UV non sia totale ma correlata al colore della lente. Mi sentirei piú sicuro con un fil…

Tutta la veritá sui filtri solari

Immagine
Alzi la mano chi ha pensato parlassimo di creme. Purtroppo per voi no. Parleremo di lenti; del resto questo é un blog che parla di ottica.
Le lenti montate sugli occhiali da sole prendono comunque il nome di filtro solare e si dividono in 5 categorie. Se non ricordo male la vecchia normativa (2006) li classificava come di seguito, richiedendo solo una generica protezione dai raggi UV: cat. 0 lenti chiare, idonee alla guida sia diurna che notturnacat. 1 lenti con colorazione tra il 20% e il 57%cat. 2 lenti con colorazione tra il 57% e il 82%cat. 3 lenti con colorazione tra il 82% e 92%cat. 4 colorazione superiore al 92%, vietati alla guida, anche diurna! La normativa normativa ISO-EN12312-1, entrata in vigore nel 2013,  cambia le carte in tavola e aggiunge qualche dettaglio.


Ho rubato questa tabella da una tesi che ho letto di recente (che potete leggere cliccando qua). Noterete che é molto piú completa dell'elenco che ho riportato prima.
Come nella normativa precedente, divide le …