Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta lenti progressive

lenti bifocali, una potenziale alternativa alle progressive.

Immagine
Sembra che il mondo le abbia dimenticate... ma sono ancora tra noi.
Ma se non riuscite ad usare le lenti progressive potreste provare con loro: Le lenti bifocali!
Per chi non lo sapesse: sono lenti progettate per guardare da distante ma dotate di una piccola porzione in basso dedicata alla visione da vicino.
Spesso associate all'avanzamento di etá... e secondo molti sono antiestetiche... ma potrebbero stupirvi!
Sono molto più confortevoli delle lenti progressive in quanto sfruttano solo due punti focali: uno da lontano ed uno da vicino. Di conseguenza non generano le distorsioni del campo visivo che nelle lenti progressive sono piú accentuate e creano tanti problemi
Inoltre la zona da vicino, essendo assente la zona per la visione a distanze intermedie, è posta più in alto ed è più facile da raggiungere; inoltre per quanto piccola sia può sfruttare un'area maggiore rispetto alla sua controparte progressiva.
Come per le progressive ne esistono varie tipologie:
Classiche a lunet…

Adattamento alle lenti.

Immagine
Nel 1937, quando mio nonno aprì il negozio di ottica le cose andavano diversamente.
Non si occupava solo di ottica ma anche di fotografia e geodesia.
A quei tempi l'oculista faceva le visite e prescriveva le lenti, l'ottico le montava.
Tutto veniva fatto a mano, con minore precisione e scendendo a compromessi... e se quell'occhiale appena consegnato faceva girar la testa ci si doveva adattare.

Oggi, a 80 anni di distanza, molte cose sono cambiate.
Spesso gli ottici hanno anche un diploma o una laurea in optometria e partecipano a continui corsi di aggiornamento.

Competenze maggiori per risolvere problemi specifici, legati non solo al veder nitidamente, ma anche ad una visione più confortevole e che richieda meno adattamenti da parte dell'utente finale.

Meno adattamento non significa nessun compromesso.
Lo vedo ogni giorno con le lenti progressive: le più evolute costano di più, offrono minori distorsioni laterali ma richiedono comunque un po' di elasticità; anche se …

5 fattori psicologici negli occhiali progressivi

Immagine
Parlo spesso di aspetti tecnici... ma ci sono cose che vanno oltre gli aspetti tecnici.
Per quanto si possa analizzare un sistema visivo prendendo in considerazione i suoi molteplici aspetti capita che un occhiale progressivo, perfettamente calcolato e centrato non funzoni come ci si aspetta.

Questo perchè siamo esseri umani, e per tale motivo entrano in gioco alcuni fattori.
Andiamo a vederli: Fiducia Fiducia nell'ottico, nella prescrizione, nel prodotto che acquisto. Se ho dei dubbi questi possono diventare un tarlo. Leggendo il libro "come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita" ho scoperto che questi tarli scavano e se gli diamo retta scavano ancora di più. Se ci sono dei dubbi lasciate stare il progressivo e procedete con gli occhiali classici.
Aspettative. Qualcuno si aspetta che non abbiano effetti collaterali. Tuttavia ne hanno. Generano maggiori distorsioni di un occhiale progettato solo per vedere da lontano o da vicino e possono necessitare di u…

Lenti progressive per bambini

Premetto che il titolo è abbastanza provocatorio.
Ma non è sbagliato.

Tutti ormai sanno, più o meno, cosa sia la miopia, l'ipermetropia o l'astigmatismo.
(se ci fossero dei dubbi ho pubblicato qualcosa a riguardo, potete ricercare miopia con lo spazio di ricerca che trovate in alto a destra).
E tutti sappiamo cosa sono gli strabismi, il cui nome tecnico sarebbe tropie.
Raramente si prendono in considerazione le forie.

Notate la somiglianza delle due parole? tropie... forie...
In effetti una parentela c'è: potremmo considerare le forie degli strabismi che il nostro sistema visivo corregge automaticamente; ma se li corregge che problema c'è?
Il problema riguarda lo sforzo che il sistema visivo è costretto a fare per un continuo allineamento.
Un ultriore problema riguarda il fatto che i movimenti di convergenza o divergenza degli occhi sono legati saldamente ai meccanismi stessi di messa a fuoco... tanto che si può ridurre la convergenza inibendo l'accomodazione!

Perchè pe…

La lente migliore del mondo!

Farò un video a riguardo.
Ma fare i video richiede più tempo di quanto immaginassi!
(dietro 2 minuti di video ci sono almeno 3 ore di lavoro tra stesura testi, riprese e montaggio)
Ma bando alle ciance e andiamo a parlare della migliore lente del mondo.

Prima di tutto devo però porre delle basi:

1- Le lenti sono tutte fatte nello stesso modo, ovvero un disco di materiale trasparente lavorato su due superfici. Non faccio io queste regole: è fisica ottica. Quindi una lente sferica della Zeiss, Essilor, Rodenstock o qualunque altro marchio vi venga in mente è costruita esattamente allo stesso modo. Stesso discorso per le geometrie asferiche, biasferiche. progressive (in questúltimo caso ci sono delle variazioni ma in linea di massima ritengo che non cambi molto)

2- Il secondo punto fondamentale è il materiale trasparente di cui è fatta la lente. Tutti i produttori hanno gli stessi materiali. la lente con indice refrattivo 1,500 o 1,600 o policarbonato (perdonatemi ma non vi farò l'el…

5 consigli pratici per abituarsi alle lenti progressive

Immagine
Come accennato in un precedente articolo di lenti progressivi ce ne sono tante!
Presupposto che la lente progressiva sia la più corretta e ben centrata, con gradazioni idonee ed escludendo patologie o errate abitudini del sistema visivo, l'adattamento dovrebbe essere rapido e indolore.


Ecco 5 consigli utili per tutti i portatori di lenti progressive.
1 - Sedetevi. Soprattutto la prima volta in assoluto che li indossate; fatelo da seduti. Quando siete in piedi il vostro corpo è impegnato a mantenere l'equilibrio; mentre siete seduti non lo è. La visione viene utilizzata anche per la gestione dell'orizzonte e più in generale dei movimenti nello spazio circostante. Sedersi aiuterà quindi il corpo a non dover usare il sistema visivo per mantenersi eretto migliorando notevolmente il primo impatto con la nuove lenti.
2 - Usate il naso come un "timone". Le lenti progressive hanno maggiori distorsioni ai lati: in pratica, quando si legge si percepisce più a fuoco la zona …

Progressive si, no, quali?

Immagine
Capita spesso che al primo approccio con le lenti progressive ci sia una certa titubanza. Le ragioni sono molteplici:
-uno conoscente o parente che non si è abituato -costano parecchio perchè sono costruite su misura -non esiste una lente da provare prima per vedere l'effetto che fa
In realtà la situazione è molto più complessa di quanto possa sembrare. Vi sono molti fattori da prendere in considerazione; abitudini, età, flessibilità accomodativa, determinazione.
Ma spesso si dimenticano la domanda fondamentale: La lente progressiva a cosa mi serve? L'ottico di un tempo avrebbe affermato: con la progressiva si fa tutto! Si vede da lontano e da vicino e anche tutto quello che sta in mezzo.
Oggi però molte cose sono cambiate; con la crescita dei bisogni e con il lavoro che richiede una buona vista a brevi distanze sono aumentate anche le possibilità.

La progressiva tradizionale rimane una ottima opzione e va bene per molti.... ma non per tutti! Facciamo qualche esempio:
-Mario …