Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta prevenzione

Alcune annotazioni sulla manutenzione delle lenti a contatto.

Immagine
Se non vi é bastato leggere delle infezioni di Acanthamoeba e Pseudomonas, ALOEO (Associazione Laureati in Ottica e Optometria) ha pubblicato un manifesto riportando alcuni consigli per il corretto uso delle lenti a contatto.

A tal proposito riporto anche il decalogo di regole che stilai tempo addietro Lavarsi le mani  (banale ma non sempre viene fatto) e asciugarele bene prima di toglierle o mettere le lenti (per evitare che la lente assorba liquidi dalle mani umide).Utilizzare i corretti liquidi di manutenzione per conservare le lenti (morbide e rigide hanno sistemi diversi; la soluzione salina  non é un conservante).Utilizzate la soluzione salina solo per risciacquare le lenti (sono soluzioni sterili isotoniche ma non hanno carica antibiotica sufficiente per permettere la sicura detersione delle lenti).Cambiate i liquidi quotidianamente, anche se non avete usato le lenti (per evitare che la carica antibiotica si esaurisca e vi sia crescita batterica).Cambiate le lenti entro i tempi…

11 Ottobre. Giornata mondiale della vista.

Immagine
Articolo breve, anzi brevissimo. Oggi, in data 11 ottobre 2018, si svolge la giornata mondiale della vista.
L’agenzia internazionale per la prevenzione della Cecità, in collaborazione con la Società Oftalmologica Italiana (Soi), offrirà visite gratuite per chi non ha mai fatto prevenzione (www.iapb.it).

Seguendo questo link avrete un elenco degli oftalmologi che aderiscono all'iniziativa offrendo i controlli gratuiti.
Qui invece troverete il sito ufficilale dedicato a questa giornata, dove potrete controllare gli eventi proposti (ad esempio vengono eseguiti degli screening nelle piazze).
Ricordo l'importanza di sottoporre gli occhi a controlli periodici, soprattutto per prevenire patologie che, se non diagnosticati con dovuto anticipo, possono danneggiare la vista irrimediabilmente.

La luce blu NON fa male alla vista... Sicuri?

Immagine
Stamane ho letto un articolo pubblicato su repubblica.it.
Nel titolo si afferma che la luce blu non fa male alla vista.
Si tratta di una affermazione della AAO American Academy of Ophtalmology, la quale critica una ricerca nell'universitá di Toledo, pubblicata su Scientific Reports,  spiegava come le frequenze dello spettro luminoso che noi percepiamo come colore blu, siano in grado di danneggiare alcune componenti retiniche. riporto e traduco al meglio delle mie capacitá quanto riportato dalla AAO:
Janet R. Sparrow professore delle scienze oftalmiche, patologia e biologia cellulare alla Columbia University di New York, segnala alcune note cautelative su questi studi: L'esperimento non simula cio che avviene All'interno degli occhi.Le cellule testate non sono derivate dalle cellule retinicheLe cellule testate non sono state esposte alla luce nello stesso modo in cui vengono esposte in natura.La parte di cullule (la mebrana cellulare) attaccata dal retinal (una variante della…

Si tuffa e perde la vista perché usava lenti a contatto. Facciamo chiarezza.

Immagine
Ultimamente google mi sta proponendo un sacco di notizie che hanno una cosa in comune: Usa le lenti a contatto in piscina, 39enne perde la vista da un occhioLenti a contatto, paura per la nuova infezione: «Si diventa ciechi, casi in rapido aumento»Cheratite da Acanthamoeba, così un’ameba ‘mangia’ gli occhi di chi porta le lenti a contattoSi tuffa in piscina con le lenti a contatto: Emma perde la vista ad un occhio
Cos'hanno in comune? Molte testate danno la colpa alla acanthamoeba.
Secondo me, invece, é la pessima manutenzione delle lenti a contatto e le pericolose abitudini dei portatori.

Innanzitutto la acanthamoeba non é ne un batterio ne un virus. É un protozoo e lo troviamo un po'ovunque, anche nell'acqua potabile!
L'acqua potabile in realtá é piena di potenziali agenti patogeni.

Ricordo che alle lezioni di ottica veniva citato spesso lo "pseudomonas", nome che generava ilaritá in noi studenti: la parola "mona", in dialetto veneto, indica volgar…

Visite gratuite VS visite a pagamento.

Immagine
Molti negozi di occhiali offrono il controllo della vista gratuito.

NB: per controllo della vista intendo il solo esame refrattivo, senza analisi del fondo oculare, pressione o valutazione delle patologie, per i quali é necessario recarsi presso un medico oculista.
Inoltre ricordate che gli ottici possono prescrivere solo lenti per difetti visivi lievi. Gli optometristi possono prescrivere per miopie, ipermetropie, astigmatismi senza particolari limiti. Ma quasi nessuno da nulla gratuitamente: sotto sotto ci dev'essere qualcosa!
Ci sono vari motivi che spingono gli ottici a fare questi controlli gratuitamente. Vendere occhiali Lo scopo primario di un negozio non é dare un servizio gratuito ma di vendere. Ogni promozione é dunque destinata alla vendita. Nel caso dei negozi di ottica, lo scopo finale é la vendita di occhiali. La concorrenza Il vicino fa il controllo gratuito? Per non perdere terreno dovró adeguarmi ed offrire lo stesso servizio. Abitudine Prendiamo un negozio che ha s…

Occhiali Xiaomi. Forse stiamo esagerando!

Immagine
Sono arrivati gli occhiali della Xiaomi! Come ottico e optometrista non posso che reagire come il capitano Picard: con un facepalm.
O come avrebbe detto il mio vecchio capoufficio di quando facevo il grafico: "bella merda".
Perdonate il francesismo, ma dopo aver studiato optometria e preso in considerazione che si possono fare un sacco di danni risparmiando troppo sulle lenti o sbagliando le centrature ecco che mi arriva un occhiale prodotto 100% in cina e montato con il 50% dei dati utili ad un montaggio.
Dalla descrizione di Gizchina  Il telaio in metallo è ultraleggero e studiato per non appesantire anche durante l'utilizzo prolungato. Dei cuscinetti in gomma proteggono la parte a contatto con il naso mentre nella parte posizionata subito sopra lo stesso c'è un intaglio eseguito direttamente sul metallo del telaio. Non sono state trascurate nemmeno le asticelle, con la parte finale ricoperta di plastica in modo da non irritare l'orecchio.
Insomma un occhiale no…

Perché è meglio evitare occhiali economici

Immagine
Si tratta di un argomento che ho giá trattato. Oggi non lo affronteró con le mie parole ma con quelle di Davide Tibaldi, autore di questo testo:
Può essere che anche tu abbia pensato di comprare un paio di quegli occhiali economici che si trovano su certi siti internet o nelle edicole. Alla fine perché spendere tanti soldi in occhiali prescritti da un medico quando posso spendere pochi spiccioli per degli occhiali praticamente identici. Il fatto è che la regola secondo cui quando qualcosa è troppo bello per essere vero, in genere non è vero si applica anche all’ottica. E occhiali economici, troppo economici, possono anche essere dannosi, quando non semplicemente inutili. Ecco 5 motivi per cui è meglio evitare di acquistare montature in omaggio con le riviste: Se non lo paghi in denaro lo paghi in altri modi
La prima cosa da chiedersi quando ci si imbatte in un paio di occhiali da pochi euro è “Che cosa hanno tagliato per avere un prezzo così basso?”. In genere i rivenditori online spie…

Ottobre: mese della prevenzione... O é meglio Luglio?

Immagine
Siamo sicuri che Ottobre sia il migliore mese per la prevenzione visiva?
Non é detto.
Ad ottobre gli studenti sono nel pieno dello studio ed una delle cause di miopizzazione é proprio il fatto di passare ore chini sui libri. Non mi credete? Ci sono degli studi a riguardo.
Nella comunitá di Singapore é stata effettuata una ricerca per stabilire il ruolo dell’ambiente nell’insorgenza della miopia. Si trattava di una comunità conservatrice nella quale non esistevano variabili genetiche sostanziali.
La ricerca verteva sulla presenza di miopia: in tre generazioni l’incidenza della miopia é aumentata dal 10% all’80%. Escludendo il fattore genetico non rimaneva che quello ambientale.
Young e Baldwin fecero uno studio simile su una popolazione eschimese a Barrow in Alaska ottenendo gli stessi risultati: Le generazioni anziane, non scolarizzate e nomadi risultavano spesso ipermetropi mentre le generazioni scolarizzate risultavano con miopie crescenti.
Questo da una buona scusa ai ragazzi per stud…

7 modi di rovinarsi la vista

Immagine
Il sistema visivo é complesso. Dannatamente complesso. Piú complesso di quanto immaginiate!
E come in tutti i sistemi complessi ci sono un sacco di cose che possono andare storte; a tal proposito sono un sacco di cose che vengono fatte abitualmente e che sono potenzialmente incompatibili col sistema visivo.
Il piú delle volte i peggiori nemici della nostra vista siamo noi stessi; andiamo a vedere in che modo ci si puó danneggiare:
Occhiali senza controlli Una pratica abbastanza diffusa é quella di acquistare occhiali senza aver fatto nessun tipo di controllo. Com'é possibile? Beh é molto semplice in quanto molti occhiali vengono spesso acquistati in autogrill, edicole e ferramenta... sono i premontati. Li provate, ci vedete e li usate... ma siamo sicuri che quelle diottrie che avete scelto facciano al caso vostro? Una gradazione eccessiva  potrebbe essere confortevole ma impigrire il sistema accomodativo, una gradazione troppo bassa potrebbe affaticare la vista. Queste autovalutaz…

Fotofobia

Immagine
É esplosa la primavera! E si é rivelata con un caldo tale che pare quasi di essere in estate!
Usualmente mi verrebbe da parlarvi di quanto proteggono gli occhiali da sole, ma vorrei fare uno strappo alla "regola".

É normale la sensazione di abbagliamento in presenza di forte luce e costituisce un meccanismo di difesa... Ma quando la luce diventa addirittura insopportabile?
Oggi affrontiamo la fotofobia: ovvero una elevata sensibilitá alla luce. Quali le causee? Come gestirle?
Andiamo dunque a percorrere il tragitto della luce da quando entra nell'occhio. (perdonate piccole inesattezze legate al fatto di cercare di spiegare con parole semplici situazioni complesse)
Lacrima La prima superficie che incontra la luce non é la cornea ma il film lacrimale. Non a caso molte dislacrimie e sindromi da occhio secco possono portare ad abbagliamento. La lacrima offre infatti una superficie liscia e riflettente, a differenza della cornea che rappresenta una superficie trasparente ma …

Ottici, optometristi, oculisti, ortottisti. Figure a confronto.

Immagine
Nel corso del 2017 la SOI, Societá Oftalmologi Italiani, ha denunciato un notevole numero di ottici in tutta italia per abuso di professione. L'accusa era di fare diagnosi e di usare strumenti per la misurazione della pressione o visualizzazione della retina.
Dopo mesi di indagini nessuno é stato incriminato (a parte un caso a Livorno) e le strumentazioni requisite dissequestrate. Tali strumenti infatti possono essere presenti nei negozi e possono essere utilizzati purché non vengano usati farmaci o fatte diagnosi. Sono attrezzature che possono aiutare nella valutazione della visione in generale e possono essere una leva a spingere che non ha mai fatto un controllo oculistico a farne uno!
Scrivo questo articolo per informare clienti e pazienti affinché conoscano i poteri e i limiti delle diverse figure professionali e si possano tutelare con maggiore autonomia. Ottico Si diventa ottici dopo 5 anni di studio in un istituto professionale superiore o, per chi avesse giá conseguito il…

Manutenzione lenti a contatto morbide: facciamo un bel ripasso!

Immagine
Le lenti morbide sono molto diffuse. Tanto diffuse quanto i problemi legati ad errate manutenzioni ed usi non corretti.
Lo sapevate che quasi tutti i problemi legati all'uso delle lenti a contatto non deriva da un problema della lente ma da un uso improprio?
I produttori di lenti a contatto seguono rigide procedure di produzione e controllo in ambienti praticamente sterili ed altamente controllati.
Vi propongo quindi un rapido ripasso delle procedure per gestirle in sicurezza.
Lavarsi sempre le mani É impossibile gestirle in un ambiente sterile ma possiamo ridurre al minimo le contaminazioni della lente. Per farlo é importantissimo lavare le mani con acqua e sapone e asciugarle bene. In questo modo ridurremo contaminazioni batteriche e di impuritá sia quando le mettiamo che quando dovremo rimuoverle.
Risciaquare le lenti. Mai usare l'acqua. Ripeto: mai usare l'acqua! Essendo le lenti stesse costituite da H2O lo scambio con l'acqua é istantaneo! L'acqua del rubinetto é…

Prevenire e fermare la miopia.

Immagine
Prevenire e fermare la miopia non é un argomento nuovo. Giá nel 1970 se ne parlava.
Per dimostrarlo vi riporto un estratto dal libro:  Valutazione e trattamento dei disturbi visivi funzionali di Vittorio Roncagli (pp 196)
Pierce valutò l'effetto delle lenti positive per la visione prossimale confrontando l'attivazione di quattro variabili psicofisiologiche (tasso cardiaco, risposta elettromiografia, tasso respiratorio, e livello di resistenza basale della pelle), la postura, la distanza di lettura e la velocità di lettura. I soggetti furono esaminati in tre diverse condizioni:
Senza uso di un'addizione;Con lenti di sfera +0.50 dt (valore prossimo a quello ricavato dall'Analisi visiva);Con lenti di sfera +1.00 dt (lievemente eccessivo rispetto al valore riscontrato nell'Analisi visiva).
I soggetti con lenti di +0.50 dt dimostrarono una riduzione dell'attività fisiologica, una migliore postura e distanza di lettura e una maggiore velocità di lettura rispetto ai sogge…

Sicuri di risparmiare col made in cina?

Immagine
Risparmiare o non risparmiare? La risposta parrebbe ovvia ma c'é un vecchio detto: "chi piú spende meno spende".
Partiamo dalle montature. Cosa comporta spendere poco o spendere tanto? Quando si spende poco si ottengono materiali scadenti.
Le montature in plastica possono essere costruite con polimeri  di qualitá o scadenti:  quand'ero piccolo esistevano dei mattoncini molto simili a quelli della lego...  ma non si incastravano allo stesso modo la plastica era scadente e perdeva di elasticitá rapidamente non garantendo un aggancio solido. Costavano meno ma funzionavano peggio.
Se invece della plastica prendiamo in considerazione l'acetato di cellulosa si potrebbe pensare che siano tutti uguali. Anche qua ci sono notevoli differenze tra quelle economiche e quelle piú pregiate. Quelle pregiate vengono lavorate e fatte stagionare mesi in ambienti con temperatura e umiditá controllate. Se si affretta questo passaggio la stagionatura avviene mentre si usano! Potrebbe c…

tiriamo le somme di questo 2017

Immagine
Oggi 2 gennaio tiriamo un po' le somme di questo 2017
É stato un anno di soddisfazioni e sacrifici: sono riuscito ad andare al mio terzo Elefantentreffen, ho conosciuto persone stupende , ho venduto il sidecar che mi ha accompagnato per ben 6 anni, ho praticamente fatto le vacanze estive a Gardaland e sono riuscito a diplomandomi come optometrista.
Ho iniziato l'anno col botto: 4641 visite... contro 473 del Gennaio precedente! e ho chiuso quest'anno con 5911 a Dicembre ed un picco di 7228 visite a Novembre. Insomma: questo blog assorbe molto tempo libero... ma sta prendendo piede e ne sono fiero!
Ad oggi ancora nessun commento da parte di hater. I post piú visitati in assoluto (dal 2012 ad oggi) sono stati: Lenti sottili? Si, grazie. La lente migliore del mondo! Occhiali molto economici.
nell'ultimo mese La lente migliore del mondo! Lenti sottili? Si, grazie. Le lenti rovinano la vista? Perché le lenti costano tanto Quelle maledette abitudini!

Noto con piacere che nell'ul…

Quelle maledette abitudini! (igiene visiva)

Immagine
Una cosa con cui mi trovo spesso a fare é giocare a braccio di ferro con le abitudini. Non quelle abitudini come alzarsi alle 7 di mattina; quelle fanno parte della routine e possiamo considerarle abitudini virtuose
Parlo delle abitudini del sistema visivo. Senza rendercene conto ne siamo schiavi.
Vi sono tutta una serie di abitudini sbagliate che andrebbero combattute ed altre che invece dobbiamo assecondate per non generare discomfort.

Le prime in assoluto da combattere sono quelle legate alla postura:
Quante volte capita di vedere i ragazzi a scuola praticamente stesi sui banchi che impugnano la penna come un gorilla afferra una banana? E quante volte ci troviamo ingobbiti con la testa china sul cellulare?
Vi sono poi abitudini legate alla distanza di lettura, anche queste piuttosto insidiose: guardare troppo a lungo e a distanze brevi mette sotto sforzo il sistema visivo generando false miopie (che si presentano soprattutto a fine giornata), bruciore agli occhi, dolori cervicali …